Fare sport, dormire bene, pianificare i nostri pasti o fare la spesa da sazi sono ottimi consigli per controllare la fame. Ma a tavola cosa dobbiamo fare per non eccedere con il cibo?

Qualcuno potrebbe pensare che non è un argomento adatto al periodo in prossimità delle feste. È vero, ma molti non possono lasciarsi andare neanche a Pasqua. Vogliamo rispondere proprio alle loro esigenze.

Allora oggi parliamo di alcuni trucchetti che possono farci avvertire la sazietà prima, per evitare di fare il pieno di cibo e sensi di colpa.

Prima regola fondamentale, mangiare lentamente.

Per quelli che hanno in pancia tutto il cibo che un minuto prima avevano sul piatto, vogliamo dirvi che mangiare lentamente aiuta innanzitutto a gustare il cibo e poi permette di far arrivare al cervello i primi  impulsi di sazietà, che si avvertono circa 20 minuti dopo il primo morso.

Masticate bene.

Per prima cosa si facilita la digestione. Il cibo ben triturato, infatti, è facilmente ridotto dagli acidi grassi dello stomaco e scomposto più rapidamente, così si evitano il gonfiore di stomaco o il reflusso gastroesofageo. E poi, masticare bene ci consente di mangiare lentamente e così ci ricolleghiamo al punto primo.

Sgranocchiate.

Quanto volte per le feste, mentre prepariamo la tavola, siamo assaliti da un attacco di fame e cominciamo ad assaggiare dai piatti degli antipasti? Il primo consiglio è: resistete! Di solito un attacco di fame dura 10 minuti. Ma se non ci riuscite, iniziate a sgranocchiare una carota o un gambo di sedano e la fame passerà, vi si stancano pure le mascelle.

Poggiate le posate e bevete.

Sfruttiamo l’acqua per raggiungere il senso di pienezza. Bevete ancor prima di sedervi a tavola e, tra un boccone e l’altro, posate forchetta e coltello e sorseggiate un bicchiere d’acqua.

Preferite cibi ad alto potere saziante.

Anche per il menù di Pasqua potete scegliere dei cibi che saziano meglio e placano la fame. Se usate le farine, ad esempio, sceglietele integrali, che per la loro ricchezza di nutrienti saziano prima. Anche i legumi, pensate a quanti piatti sfiziosi si possono preparare con le fave! Per la frutta, privilegiate le mele, che vi faranno subito sentire sazi dopo un pranzo o una cena già ricca.

Conversate. Non dovrebbe essere difficile, soprattutto durante le feste, parlare a tavola.

Guardare la tv o lo smartphone sono attività che ci mettono in modalità stand-by e ci inducono a portare cibo alla bocca meccanicamente. Così ne ingurgitiamo molto di più. Se parliamo a tavola, invece, ci manteniamo attivi, e così anche il nostro sistema nervoso, che sarà più pronto a inviare lo stimolo di sazietà al cervello.

Come vedete non si tratta di divieti, ma solo di gesti semplici. Invece di evitare pasti o diminuire drasticamente le porzioni, mettiamo in pratica questi semplici suggerimenti e godiamoci le feste insieme privilegiando proprio la compagnia.