Mollare dopo la prima settimana, allenarsi a più non posso con la convinzione di bruciare più calorie, ripetere sempre gli stessi esercizi e annoiarsi inevitabilmente a morte già alla terza seduta. Ecco gli errori più comuni che si fanno in palestra, da evitare a tutti i costi.

1. Non avere un piano

scheda-di-allenamentoFallire nel pianificare è pianificare di fallire. Sembra una banalità ma è invece una cosa fondamentale. Andare in palestra senza avere un’idea precisa di quali siano i tuoi obiettivi e del come raggiungerli è pressoché inutile. I migliori atleti al mondo hanno sempre degli allenatori e persino i migliori allenatori hanno degli allenatori. Hai bisogno di una scheda di allenamento e di un trainer qualificato che ti guidi. Tieni un diario in cui scrivere ogni serie che completi in palestra e renditi conto tu stesso dei tuoi progressi.

2. Allenarsi fino allo sfinimento

Allenarsi-fino-allo-sfinimentoPensi che allenarsi a lungo sia un bene? Niente di più sbagliato. Considerare le sessioni in palestra come maratone non porta a nulla se non a peggiorare i progressi. Le sessioni dovrebbero durare 40-60 minuti e non di più. Tale durata assicura un allenamento di qualità che permette di ottenere gli effetti migliori senza sabotare i progressi stressando inutilmente il corpo. Allenarsi fino al cedimento assoluto, infatti, comporta grande stress al sistema nervoso centrale e può ostacolare seriamente il tuo recupero.

3. Contare ossessivamente le calorie 

calcolo calorieOgni soggetto brucia le calorie in maniera differente. Non usare quindi le macchine cardio per vedere quante calorie bruci ma solo come un indicatore di massima.

 

 

 

4. Non avere alcun equilibrio

non-avere-equilibrioSpesso si tende ad allenare solo i muscoli che si possono vedere allo specchio, concentrandosi così solo su pettorali e bicipiti. Ovviamente si tratta di una cosa sbagliatissima per la tua forza generale e per i tuoi obiettivi fisici. Hai invece bisogno di equilibrio, il che significa includere movimenti che allenino la tua parte posteriore e le tue gambe in modo adeguato. Questo è un approccio salutare che porterà a meno infortuni. Allenare i muscoli più grandi che hai (gambe e schiena appunto) costituisce un grande stimolo anabolico di cui beneficia tutto il corpo.

5. Ripetere sempre sempre la stessa routine

allenarsi routineC’è una determinata serie di esercizi che ti piace o che ti riesce particolarmente bene? Ok, questo non significa che sia anche la migliore per garantirti i risultati che speri di ottenere. E se vuoi evitare di smettere di far progressi, basta variare la solita routine.

 

 

6. Copiare gli altri

copiare gli altriSe un esercizio è perfetto per qualcuno, ciò non significa che lo sia per tutti. Servono sempre programmi di allenamento personalizzati e mirati.

 

 

 

7. Sollevare pesi eccessivi

pesi troppo pesantiPensi che quanti più chili si riescano a sollevare fin dai primi minuti di allenamento tanto più in fretta si raggiungano gli obiettivi sperati? No, non è così. In realtà il solo risultato che si ottiene è quello di stancarsi prima o addirittura di farsi male. È fondamentale scegliere gli esercizi più idonei al proprio fisico, ma soprattutto farli nella maniera giusta, prendendo consapevolezza dei muscoli che vengono interessati dai singoli movimenti.

8. Lavorare a stomaco vuoto

recupero-post-allenamentoSe pensate che non mangiare nulla prima dell’allenamento faccia bruciare di più e più in fretta, vi state sbagliando. Così facendo in realtà non solo non si ottimizza il lavoro svolto, ma si rischia anche di vanificare i progressi che si stanno ottenendo.

 

 

9. Non concentrarsi sul recupero

recuperoRecuperare è la chiave. È importantissimo concentrarsi su un’alimentazione appropriata, dormire a sufficienza ed evitare lo stress. È fondamentale mangiare in base ai propri obiettivi. Il nostro corpo ha bisogno degli alimenti giusti e non di riempirsi di schifezze dopo l’allenamento. Per esempio, se mirate a un buon tono muscolare, vi serve un surplus di proteine da aggiungere a ogni pasto. Il sonno è particolarmente sottovalutato da molte persone. 7-9 ore di riposo di qualità possono fare una differenza incredibile in come ti senti e in come appari.

10. Rinunciare troppo presto

rinunciare troppo prestoIn palestra serve costanza. È praticamente impossibile vedere i risultati dopo appena una settimana. In base all’intensità di lavoro e a quante volte lo si fa, possono essere necessarie dalle quattro alle otto settimane per vedere cambiamenti concreti. Se invece vuoi dare un’accelerata al tutto, puoi provare con gli High Intensity Interval Training (HIIT), allenamenti tosti e quindi non adatti a tutti, che però danno una bella sferzata al metabolismo.